ARCIVESCOVO



Mons. Giuseppe Casale

emblema del vescovo Mons. Giuseppe Casale

Nato a Trani (BA) il 28.9.1923, conseguì la laurea in Teologia presso la Facoltà "S. Luigi" di Napoli.
Il 3 febbraio 1946 fu ordinato sacerdote.
Sua grande passione è sempre stato lo studio della storia ecclesiastica e civile, che insegnò dal 1949 al 1953, prima nel Seminario Regionale di Chieti, e poi in quello di Molfetta.
Nel 1955 fu nominato Vice Assistente Nazionale della G.I.A.C., incarico ricoperto fino al 1964.
Nel 1963 veniva nominato Consulente Ecclesiastico Nazionale degli Artigiani Cristiani e, successivamente, chiamato a far parte del Gruppo Sacerdotale Nazionale per la Pastorale del Mondo del Lavoro, con lo specifico incarico del settore giovanile e della formazione professionale.
Curò particolarmente l'approfondimento dei problemi connessi con l'educazione religiosa degli allievi dei Centri di Fonnazione Professionale dell 'E.N .A.l.P., ente delle A.C.L.l. che opera in tale settore.
Esperto dei problemi della catechesi, membro del Consiglio dell'Ufficio Catechistico Nazionale e del gruppo che preparò il nuovo Catechismodei Giovani, fu chiamato dalla Conferenza Episcopale Pugliese, quasi alla vigilia della sua elezione a Vescovo,ad assumere l'incarico diDirettoredelCentroCatechisticoPugliese.
Da Papa Paolo VI fu eletto Vescovo di Vallo della Lucania il 26 ottobre 1974 e ricevette l'Ordinazione Episcopale nella Cattedrale di Vallo1'8 dicembre 1974.
Giornalista pubblicista dal 1959, ha collaborato a riviste specializzatenei problemi dell'educazione dei giovani e della pastorale del lavoro.
Ha pubblicato numerosi volumi per la catechesi nell' Azione Cattolica e per l'insegnamento della Religione nelle Scuole secondarie (Sulla strada di Cristo, Ed. A.Y.E., 5 volumi).
Ha svolto intensa attività nell'ambito della Conferenza Episcopale Italiana, ricoprendo l'incarico di Presidente della Commissione per le Comunicazioni Sociali, nel triennio 1982-'85.
Nel maggio 1988 fu nominato, da Papa Giovanni PaoloII, Arcivescovo Metropolita di Foggia-Bovino.
In seno alla Conferenza Episcopale Pugliese è Vescovo Delegato per i Problemi Sociali e del Lavoro e per le Migrazioni.
Nel 1988 diede inizio, in collaborazione col dr. Massimo Introvigne e il prof. Mayer, all'attività del CESNUR (Centro StudiNuove Religioni),.di cui è il Presidente.
Intensa è stata la collaborazione con i quotidiani Avvenire e il Mattino (per quest'ultimo è stato titolare della rubrica domenicale "I passi e il destino", fino al momento della sua nomina alla Sede Metropolitana di Foggia-Bovino.
Di recente ha pubblicato una Lettera Pastorale, edita da Piemme, dal titolo "Nuova religiosità e nuovi movimenti religiosi".
In occasione del 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale ha raccolto i suoi vari scritti in un volume dal titolo "Parola di Vescovo".
Sin dall'inizio del suo episcopato a Foggia si è schierato in difesa della giustizia sociale contro la tracotanza della malavita organizzata, comparendo in prima linea tanto a livello nazionale e regionale, che provinciale e comunale.
Deciso e decisivo il suo intervento per la presenza dell'Università a Foggia.
È docente di Dottrina Sociale Cristiana presso la Scuola di Formazione Socio-Politica della diocesi di Foggia.
Numerose sono le sue lettere pastorali:

  • "Il Signore ha visitato e redento il suo popolo"
    (Vallo della Lucania - 1984);
  • "Colui che è tra noi"
    (Vallo della Lucania - 1986);
  • "Comunione e missione"
    (Foggia - 1988).
  • "Da cristiani nella Città"
    (Foggia, Pasqua -1990).
  • "Ricevete lo Spirito Santo e siate forti nella Fede"
    (Foggia, Pentecoste - 1990).
  • "Guai a me se non annunzio Cristo"
    (Foggia - 1991).
  • "Nuova religiosità e nuova evangelizzazione".
    (Foggia -1993).
  • "Famiglia, comunità evangelizzante".
    (Foggia -1994).
  • "La Chiesa di Foggia-Bovino in cammino verso il 2000"
    (Primo Sinodo, Foggia -1995).
  • "Bagliori di Fuoco"
    (Foggia - 1998).
  • "Lo vide e gli corse incontro"
    (Foggia -1998).