PARROCCHIE

S. Giuseppe

comune: San Marco in Lamis (zona: San Marco in Lamis)

Informazioni utili

Parroco: Don Antonio Tenace
Collaboratore: Don Luigi Lallo
Indirizzo: Salita della Carrera
Telefono: 0882834669
Altri dati:

Parroco: TENACE don ANTONIO 

Collaboratore Parrocchiale: LALLO don LUIGI

Collaboratore Parrocchiale: VILLANI diac. ANTONIO

Orari Sante Messe

Feriale: 19:00
Prefestivo: 19:00
Festivo: 11:00 19:00
Note: La S. Messa feriale delle 19 sar celebrata nella chiesa piccola; la S. Messa festiva delle ore 11 sar celebrata nella chiesa piccola; la S. Messa festiva delle ore 19 sar celebrata nella chiesa grande

Scheda Storica

Notizie storiche
Nella zona Est di S. Marco in Lamis, a breve distanza dalla sede Badiale, su terreno di sua proprietà, il Can. Giuseppe De Vita fece costruire l’attuale Chiesa dedicata a S. Giuseppe, nel primo decennio del 1700. Fu benedetta e aperta al pubblico nel 1714.
Alla morte del fondatore, la Chiesa con tutti i diritti di patronato laicale passò in proprietà ai suoi eredi, i quali il 5.1.1905 la vendettero alla Confraternita di S. Giuseppe, già officiante nella medesima Chiesa fin dal 1807, anno in cui fu anche riconosciuta con Regio Assenso.
Per l’incremento demografico verificatosi in detta zona della Città, Mons. Farina, udito il Capitolo e l’Arciprete della Chiesa Collegiale, con Bolla dell’8.9.1947 eresse la nuova Parrocchia con sede nella Chiesa di S. Giuseppe.
Il 1° novembre 1947 fu nominato primo Parroco il Can. Antonio Campanozzi. Durante la sua lunga attività di Parroco si verificarono due avvenimenti religiosi relativi alla Peregrinatio Mariae della statua di Maria SS. Incoronata, durante l’Anno Mariano del 1954, che dette adito alla missione predicata da P. Serafino cappuccino dal 10 al 17 ottobre, e della statua dell’Immacolata di Fatima, giunta a S. Marco e ospite nella Chiesa di S. Giuseppe dal 27 marzo al 3 aprile del 1960. Anche in questa circostanza il Parroco fece svolgere una missione con notevoli frutti spirituali per tutti i parrocchiani.
Agli inizi degli anni ’50 fu fatta richiesta di fondi al Ministero delle OO.PP., tramite la Commissione Pontificia di Arte Sacra, per erigere la canonica su suoli concessi dal Comune di S. Marco a questo esclusivo fine, ma non se ne fece nulla, giacché decadde la ragione della richiesta.
Nel 1977, da metà aprile a metà agosto, furono eseguiti lavori di riparazioni e di modifiche all’interno della chiesa. Lavori necessari per liberare le pareti dall’umidità, per riparare il tetto e rifare la pavimentazione della chiesa e della sacrestia. Inoltre, furono demoliti gli altari ed eretto l’unico altare nel presbiterio in granito rosso bordeaux, furono rifatti gli intonaci interni della chiesa e della sacrestia e rinnovati l’impianto elettrico e la tinteggiatura interna.
Nell’occasione, il pittore Prof. Filippo Pirro di S. Marco in L. affrescò la volta della chiesa, raffigurando episodi della vita di S. Giuseppe.
Il tutto fu possibile grazie alle risorse economiche della Parrocchia e al concorso generoso dei parrocchiani e della Confraternita.
Nel 1996, il nuovo Parroco D. Vincenzo Identi con mezzi propri e col concorso dei fedeli ha fatto ritinteggiare le pareti interne ed esterne della chiesa e rinnovare l’impianto elettrico, ha provveduto all’impianto di riscaldamento e ha realizzato il nuovo tabernacolo e il nuovo Fonte battesimale.
Nella zona “Starale”, territorio della Parrocchia di S. Giuseppe, verso la metà degli anni ’80 iniziò a sorgere un nuovo quartiere.
Il 25.11.1990 fu avviata l’attività pastorale nella zona, gestita in modo autonomo dal Vice Parroco D. Vincenzo Identi fino al 31.7.1994. Deceduto l’anziano Parroco, Can. Antonio Campanozzi, il 1°.8.1994 D. Vincenzo, nominato Amministratore parrocchiale e, in seguito, Parroco di S. Giuseppe, coordinò il lavoro pastorale, assicurando agli abitanti del rione “Starale” l’assistenza spirituale con la catechesi e la Celebrazione Eucaristica nei giorni festivi, utilizzando come luogo di culto un’abitazione con garage, ubicata in Via Salita della Carriera, 8.